Giorno: 17 Febbraio 2020

Vendita di alimenti scaduti, non è (sempre) reato. Cassazione

La vendita o detenzione per vendere alimenti scaduti non integra necessariamente il  reato  di cui all’articolo 5 della  legge 283/1962, conferma una recente pronuncia della Corte di  Cassazione. Brevi riflessioni sul tema.

https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/vendita-di-alimenti-scaduti-non-%C3%A8-sempre-reato-cassazione

Sede stabilimento e origine ingrediente primario, risponde l’avvocato Dario Dongo

Le linee guida della Commissione sopra citate, al paragrafo 2.2.4, riferiscono che la dicitura ‘confezionato in… indica chiaramente il luogo in cui il prodotto è stato confezionato’. Lapalissiano, salve ipotesi di frode in commercio o altre violazioni delle regole vigenti. Su tale premessa, i funzionari di Bruxelles azzardano un teorema che invece stride con quanto espressamente previsto dai citati regolamenti, oltreché col buon senso: ‘ed è improbabile che [la dicitura ‘confezionato in…’, ndr] induca il consumatore a ritenere che si tratti di un’indicazione dell’origine e pertanto questa espressione non deve essere considerata un’indicazione del paese di origine o luogo di provenienza dell’alimento.’ …

https://www.foodagriculturerequirements.com/archivio-notizie/domande-e-risposte/sede-stabilimento-e-origine-ingrediente-primario-risponde-l-avvocato-dario-dongo

https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/origine-ingrediente-primario-reg-ue-2018-775-linee-guida-commissione-europea